Cerca nel blog

venerdì 15 maggio 2015

Tortelli alla buccia di patata con polpa di pomodoro su crema di patate all'acqua di pomodoro e cipolla agrodolce

Ricetta che sento mia in modo profondo..partendo dall'idea del riso alle polveri che ho già presentato in questo blog,ho sviluppato questo primo piatto,un piatto vegetariano,quasi vegano(se non fosse per l'uovo nell'impasto della pasta fresca e del burro per saltare i tortelli)!
Facendo seccare e polverizzare per lo più bucce di patate e poche bucce di cipolle,ho ricavato una polvere di patata molto profumata,che ricordava gli gnocchi,da li ho fatto una pasta fresca con farina 00,manitoba, semola e appunto le polveri(pari al 10% del peso totale delle farine) e uovo.
L'aroma di gnocco persiste notevolmente...ottimo!
Di li il dilemma del ripieno,volendo fare un piatto dove gli sprechi erano zero,ho frullato dei pomodori e poi messi a scolare su un colino ricoperto con un telo di lino per una notte,il risultato è un'acqua di pomodoro profumatissima e la polpa setacciata per eliminare bucce e semi e privata di liquidi,bellissima e saporitissima al quale ho aggiunto sale,pepe e un goccio d'olio!
Quindi il ripieno è pronto,la polpa in "purezza" un esplosione di sapore con le note acidule del pomodoro che ripulivano la bocca dopo ogni boccone.
La crema è stata fatta facendo sudare poca cipolla in olio evo,poi aggiunte le patate tagliate finemente e portate a  cottura con l'acqua di pomodoro,regolando di sale e pepe al momento di frullare...poi setacciata la crema per raffinarla!
Sapore molto buono e interessante,avvolgente direi!
Per finire il piatto ho fatto una classica cipolla agrodolce con zucchero di canna e aceto,e il gioco è fatto!
Un piatto in pratica di patate,pomodori e cipolle...un piatto di origini povere,contadine,un tuffo quasi nel passato..
Ricordarsi da dove veniamo è molto importante...